fbpx

Spese di spedizione gratuite sopra i 70€

Che cosa è il tè?

24 Settembre 2019 -

Che cosa è il? Un detto cinese dice così: “Possiamo contare tutte le stelle del firmamento, ma non possiamo dare un nome a tutte le tipologie di tè”.

E se, da un lato, non possiamo far altro che dar ragione a questo popolo straordinario, dall'altro possiamo sicuramente scoprire qualcosa in più.

Che cosa è il tè?

Come le stelle fanno parte dello stesso cielo visto da angoli sparsi di mondo, così il tè è un infuso di foglie provenienti sempre dalla stessa pianta, la Camellia Sinensis, il cui raccolto viene lavorato di volta in volta in maniera diversa a seconda del risultato finale che si vuole ottenere.

In passato, si credeva esistesse una pianta del tè nero e una pianta del tè verde. Oggi sappiamo che non è così e che la pianta del tè è solo una, la Camellia Sinensis. Solo successivamente, il lavoro dell'uomo darà vita alle varie tipologie di tè che conosciamo.

La metafora dell'albero

Amo utilizzare l'immagine dell'albero per raccontarvi qualcosa di più.

Immaginiamo un albero rigoglioso, ricco di rami, foglie e gemme. Il tronco è rappresentato dalla Camellia Sinensis, la radice forte e solida da cui tutto nasce e da cui tutto si genera stagione dopo stagione.

Dal tronco nascono i rami, precisamente sei rami. Ogni ramo rappresenta una famiglia di tè. La tradizione cinese classifica ogni famiglia per colore e così abbiamo le sei famiglie che conosciamo tutti:

  • verde;
  • bianco;
  • giallo;
  • verde azzurro;
  • rosso;
  • nero.

Ogni famiglia ha le sue caratteristiche proprie, ma la radice è sempre quella della stessa pianta, la Camellia Sinensis.

Alla cima di ogni ramo crescono foglioline e gemme. Sono tutte diverse e ricche di peculiarità. Alcuni tè hanno foglie più allungate e brune, altri verdi e arrotolate, altri si attorcigliano su loro stessi. Però appartengono allo stesso ramo, la famiglia, e alla stessa radice, la Camellia. A dar loro queste peculiarità è il lavoro dell'uomo che, aiutandosi con l'ossidazione e la fermentazione, dona alle foglie caratteristiche ben precise che lo rendono differente da tutti gli altri.

Facciamo alcuni esempi. Dalle foglie della Camellia Sinensis che ricevono una certa lavorazione nasce il tè nero. All'interno di questa famiglia troviamo poi tra gli altri il Darjeeling o l'Assam. Nella famiglia dei tè verdi troviamo il Sencha, il Matcha, il Gyokuro e così via. In quelli bianchi il Silver Needle o il Bai Mudan.

Cosa non è tè

Ora che sappiamo che il tè è l'infuso delle foglie della Camellia Sinensis, possiamo anche dire cosa non può essere definito tale. Tè rosso, per esempio, è il termine che viene utilizzato per parlare del Rooibos che, invece, è l'infuso di una pianta sudafricana, l'Aspalathus Linearis. Oppure per parlare del karkadè che si ricava dal fiore dell'Ibiscus. Tè blu, invece, è il nome utilizzato per parlare dell'infuso ottenuto dai fiori dei piselli. Sono tutti infusi di altre erbe che non nascono dalle foglie della Camellia Sinensis, ma che sono altrettanto meravigliosi e per questo motivo meritano di essere descritti con le giuste parole.

.
  • Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scrivo del tè, delle sue caratteristiche e delle sensazioni che infonde: qui, sul mio blog, racconto questo mondo così straordinario e forse ancora poco conosciuto. Tra le righe troverai informazioni utili, curiosità, suggerimenti. Scrivo ogni settimana e ti ricorderò che ho pubblicato un nuovo articolo anche sui social. Puoi scegliere dove preferisci seguirmi!
Categorie
Ricerca
© 2022 Elena, sognatrice ad occhi aperti di Miscel Ma Bel • P.IVA 12173350013 • REA: TO-1274481 • Brand & Web design Miel Café Design • Testi Giulia Modena • Foto Giulia Russo
bubblecrossmenu